Facebook annuncia: “Più gente nel team che modera i post”

social-media-1679230_640Facebook, si sa, ha la missione di connettere il mondo.

Ci sono, però, degli evidenti effetti collaterali nel fornire alle persone i mezzi per connettersi ‘universalmente’, per trasmettere se stessi e per condividere i pensieri.

Per la stragrande maggioranza degli utenti del social media, Facebook è uno strumento prezioso; per alcuni, invece, è un mezzo per diffondere odio, condividere immagini violente e truffare.

Una diversità d’intenti che è sempre esistita ma che si è accentuata con l’avvento delle dirette, come ha ammesso di recente lo stesso Mark Zuckerberg: “Poche settimane fa – ha raccontato il CEO di Facebook – una ragazza si è uccisa in diretta. Non abbiamo potuto fare nulla perché nessuno ce lo ha segnalato“.

Facebook, infatti, non è in grado di controllare tutto quello che accade dentro di sé: un’impotenza logica che si è aggravata con i live.

Cosa può fare, quindi, il social media?

Ebbene, Zuckerberg ha annunciato che Facebook intraprenderà nuove misure di sorveglianza, tra cui l’espansione del team che si occupa della moderazione dei contenuti da 4.500 a 7.000 persone nel corso del prossimo anno.

Potrà bastare?

Beh, come ha scritto la giornalista Selvaggia Lucarelli su Twitter, “Zuckerberg aggiunge 3000 revisori di contenuti per fb. Uno ogni 600 000 utenti in pratica. Ennesima presa per il culo in pratica“.

Insomma, si può, anzi si deve fare di più…

Facebook annuncia: “Più gente nel team che modera i post”ultima modifica: 2017-05-04T20:02:55+00:00da walter-gianno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento